Atmosfere di Marzo

Trovandomi in un momento ad osservare il bel tempo e quello successivo a stringermi nella giacca per la pioggia e per il vento, non posso non dar ragione al detto: “Marzo pazzerello guarda il sole e prendi l’ombrello” …E in questi momenti di incertezza meteorologica, il mio consiglio è sempre lo stesso: leggete, leggete, leggete… Ma ormai lo sapete, ogni scusa per me è buona, anche se, ammetto, per ora ho poco tempo. Mi sto ancora dedicando alla revisione de Le Terre degli Inganni, secondo capitolo de L’Erede Perduto, ma sono comunque andata in “caccia” di nuove trame interessanti, altri titoli da mettere nella mia lista ormai diventata grande quanto un dizionario… XD …Quindi, cari Cercatori di Parole, ecco le mie segnalazione di oggi:

Fantasy

“L’Occhio di Shahvani” di Andrea Lombardo

Primo capitolo di una trilogia fantasy settecentesca, questo romanzo sembra godere delle atmosfere di libri come “L’isola del tesoro”, fatta di isole misteriose, velieri che solcano mari tempestosi e segreti… L’eroe di questa storia però avrà a che fare con quattro amuleti magici, con nemici agguerriti e con alleati insostituibili… Insomma, avventura e incantesimi per “cambiare le sorti del mondo conosciuto.”

In un mondo in cui misteri e leggende fanno cadere un velo sulla realtà, Samuel, Samantha e Paul, giovani arruolati in Marina, dopo essere venuti a conoscenza di un’isola misteriosa nell’Oceano Nero – un mare sconfinato e sconosciuto che si dice essere infestato da mostri – decidono di partire. Dovranno fare i conti con segreti tenuti tali da secoli e alleati che si riveleranno essere nemici. Samuel intraprenderà un viaggio alla ricerca della verità su quei mari e i suoi segreti, ma sarà presto ricercato dalla Marina per aver infranto le loro regole. Scoprirà l’esistenza di quattro amuleti magici, un tempo appartenenti ad un uomo le cui origini sono sconosciute. Così, Samuel dovrà fare i conti con l’immenso e quasi incontrollabile potere dell’Occhio e con Vincent Roland ed Alexander Graves, i due Ufficiali di Marina che gli daranno la caccia. Con l’aiuto dell’adorata e a volte fragile sorella, Samantha, del fidato amico, Paul, del padre adottivo, Nicholas White, e di altri personaggi che si uniranno alla sua causa, proverà a cambiare le sorti del mondo conosciuto.

Fantascienza

“Risveglio al di là del tempo” di Piero Schiavo Campo

Cosa fareste se dovreste scegliere tra il carcere a vita ed essere ibernati per qualche decennio? Il nostro protagonista sceglie la seconda opzione, ma… niente andrà come gli era stato detto. Dove si risveglierà e, soprattutto, quando nel tempo? Questo breve racconto di fantascienza è il primo di una serie di avventure che promettono di affascinare il lettore…

La passione di Phil Scarlatti è scavare nel “deep web”, trovare pagine dimenticate seguendo link, uno dietro l’altro, navigando nel tempo in strati e strati di decenni di documenti elettronici. Finché un giorno questa curiosità non lo mette nei guai: legge qualcosa che non deve leggere e le autorità lo arrestano. Gli viene data una scelta: restare in galera, a pesare sulle casse dello stato, o aderire al programma “Toward the Future”: essere ibernato per qualche decennio, e poi tornare libero. Phil aderisce: ma quando si risveglia capisce subito che qualcosa non è andato come doveva andare. Non è dove di aspettava. E soprattutto non è “quando” si aspettava.

Horror

“Controllo remoto” di Domenico Mortellaro

Un incontro inaspettato e la vita cambia radicalmente per due adolescenti. Cosa capiterà loro? Niente di “normale”, sicuramente! Un horror misterioso che attira l’attenzione con quel riferimento nella trama a “Arcologia, la grande megalopoli – “ovunque ed in nessundove” – che l’Architetto ha plasmato dal nulla, prima di scomparire”… Un racconto che garantisce di essere “a cavallo tra l’horror più estremo ed il thriller più psicologico”… Tutto da scoprire!

Una giornata qualunque per Annabelle, adolescente perfetta dall’esistenza brillante. Un giorno come tanti per Clotilde, stessa età, opposto temperamento.

Annabelle e Clotilde non si conoscono, non si sono mai viste. Incroceranno oggi, per la prima volta, lo sguardo. E la realtà non sarà decisamente più la stessa.

“Controllo remoto” è il primo volume di una serie che si comporrà di racconti e romanzi a cavallo tra l’horror più estremo ed il thriller più psicologico, ambientati a cavallo tra i tanti Palcoscenici che chiamiamo “realtà” ed Arcologia, la grande megalopoli – “ovunque ed in nessundove” – che l’Architetto ha plasmato dal nulla, prima di scomparire.

Guardando dalla finestra sembra esserci il sole… Sembra già primavera, ma non mi illudo: Marzo è pazzo, infatti il vento ulula e fischia contro le finestre. Ed io che faccio? Presto porterò la mia cagnolina a passeggio, poi mi reimmergerò nella revisione del mio romanzo…

Alla prossima, Cercatori!

M.S. Bruno