• Come vivere le notti insonni

    Cari Cercatori, sapete quel particolare momento della notte in cui ti svegli e non sai il perché? Hai solo smesso di dormire ed ora, nel silenzio sovrano, vuoi riappoggiare la testa sul cuscino e tornare nel mondo dei sogni, ma non ci riesci? Beh, se non vi è mai successo, siete fortunati. In quanto a me, vuoi per il caldo, vuoi per i voleri di qualche entità burlona, le mie notti sono simili al giorno, ma… più calme.  Lontana dallo stress delle cose da fare, posso leggere, scrivere o solo pensare magari… Lasciar vagare la fantasia, cacciando via i pensieri opprimenti… O cercare invece nuove letture da proporvi, perché, come…

  • Sfidiamo le Parche, ascoltiamo le Muse…

    Carissimi Cercatori di Parole, una tenue brezza accarezza le tende, mentre scrivo questo post… E’ un refolo di aria stranamente fresca, una carezza in questo penultimo giorno di luglio. Porta con sé odore di mare, quel sentore salmastro che chi, come me, vive vicino alla splendida distesa di cobalto, non può non apprezzare. Ma trasporta anche altro… Sembra foriero di promesse, proprio come agli antichi marinai sussurrava voci che avrebbero fatto nascere miti e leggende su dolci canti di sirene o versi striduli di temibili mostri… E’ lo Stretto di Messina. E chi vive qui è, forse, in qualche modo legato al Pathos della mitologia, a quel senso fantastico che…

  • Per i vecchi e nuovi compagni di viaggio…

    Eccoci di nuovo, Cercatori di Parole, per una nuova puntata della nostra rubrica. Cosa ho in serbo per voi oggi? Beh, lo scoprirete continuando a leggere questo post… I “vecchi compagni di viaggio” sapranno già quali e quante letture ho consigliato, fino ad ora, ma ai nuovi naviganti do il consiglio di “spulciare” i post del passato per scoprire ulteriori trame interessanti… Intanto, eccovi quelle di oggi… Fantasy “I fuochi di Valencia” di Elena Covani Una contesa all’apparenza senza fine, una guerra tra l’umanità e oscure creature che mirano a contaminare con uno strano virus più gente possibile… Vincere o soccombere, questo sembra il motto di entrambe le parti. Ma…

  • I consigli di questa rubrica

    Bentornati Cercatori di Parole, come avete passato la settimana? Avete iniziato letture interessanti? I consigli di questa rubrica vi sono stati utili? Naturalmente, spero che ogni risposta a queste domande sia positiva, magari accompagnata da un gran sorriso… Ma quella che, ammetto, mi sta più a cuore è l’ultima. Sapere di essere utili, non aiuta solo l’autostima, ma dà anche un senso a ciò che si fa… Ricordo che questa rubrica è gestita per “amor di letture” e che la sottoscritta non ha (né si aspetta) qualcosa dagli autori che segnala. Questi ultimi hanno solo scritto una trama che è stata in grado di incuriosirmi e, quindi, solo per questo,…

  • Missione: Libro… Elaborazione dati…

    …Elaborazione dati in corso… Elaborazione dati in corso… Attendere, prego… Attendere, prego… Ecco, in che modalità entra il mio cervello grazie al caldo! Ma non posso dire che è a causa solo del termometro che sale. No, ci colpano anche le letture di fantascienza, perché, diciamocela tutta, perdersi fra pagine in cui i protagonisti navigano nei freddi recessi siderali può regalare una certa frescura fittizia… Se poi stai persino scrivendo un romanzo di fantascienza, le mente si resetta solo su tecnologie avveniristiche, rotte fra pianeti misteriosi e linguaggio binario, creando un eccesso di dati… XD Ma, cari Cercatori di Parole, voi non siete certo qui per i miei vaneggiamenti, ma…

  • Per chi è in vacanza e per chi non lo è…

    Carissimi Cercatori di Parole, per molti di voi sono finalmente giunte le vacanze. Molti di voi già si crogiolano sulle spiagge o nelle località turistiche, ma altri di noi, inclusa la sottoscritta, ancora aspettano di poter oziare lontani dalle incombenze quotidiane… Lo so, lo so, di questi tempi capita che mi lamenti per il caldo, per il lavoro che ancora non si è concluso, per l’attesa di tempi migliori, più calmi e rilassati… Ma, come succederà a molti, non riesco spesso a riposare. Persino per leggere devo strappare minuti in una giornata piena di incombenze di vario tipo. A volte mi sento più “ricercata” di Harrison Ford ne “Il fuggitivo”……