Francesca Rossini

4abb019e687eNome scrittore: Francesca Rossini
Anno di nascita: 03/10/1977
Bio: Francesca Rossini vive a Manziana, piccolo paese nel verde della provincia romana. È un’insegnante e da sempre si diverte a scrivere e illustrare fiabe per i suoi alunni.
Ha pubblicato in ebook, con Nativi Digitali edizioni, un racconto che fa parte dell’antologia ‘Storie d’estate’. Avida lettrice, appassionata di romanzi di azione e di avventura, con trame ricche di intrigo e pericolo. Ha da sempre coltivato la passione per la scrittura, scrivendo racconti su varie piattaforme telematiche. Phoenix-operazione parrot, di Lettere Animate, è il suo romanzo d’esordio, cui ha fatto seguito il secondo volume: Phoenix-persecuzioni.
Links: http://sogninelcalamaio.blogspot.it/
https://twitter.com/kiccar77
http://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss_2?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Ddigital-text&field-keywords=FRANCESCA+ROSSINI

INTERVISTA:

– Raccontaci dei tuoi libri…
“Il mio primo libro Phoenix è nato per uro caso: nelle nottate insonni di una gravidanza difficile. Mi sono sempre piaciuti i film d’azione e i libri thriller, ma anche il romanticismo. Questa mia storia è un mix di tutto ciò che amo: azione, avventura suspense, ma è anche una storia romantica , che dà molto spazio alla psicologia dei personaggi. Clay Hobbs per esempio è sì un affascinante agente segreto alla 007, ma è anche un uomo problematico, quasi al limite dell’autismo, con tic e manie e paura del contatto umano. Leila Lane invece è una donna comune, ma anche una mamma single con tanta forza e determinazione nel portare avanti la sua famiglia ‘scombinata’.
Due protagonisti diametralmente opposti che insieme faranno scintille.”

– Dove trovi l’ispirazione per una storia?
“ho sempre avuto una fantasia galoppante, le idee mi vengono fuori dal nulla, la sola differenza è che ora le canalizzo in storie da scrivere.”

– Quando hai iniziato a scrivere? Raccontaci la tua storia…
“Ho iniziato a scrivere storie per i miei alunni: quando le storie nelle guide didattiche non mi soddisfacevano o quando volevo creare una storia adatta a una particolare tematica o evento accaduto in classe, la scrivevo io . Mi piace anche disegnare e ho sempre illustrato da sola i miei racconti. Poi, come dicevo sopra, durante le lunghe notti insonni è venuta fuori questa mia pazza storia e non ho potuto far a meno di scriverla e consegnarla a chi volesse leggerla.”

– Cosa ti ha spinto a scegliere il tuo genere letterario?
“Non l’ho scelto io: la storia è venuta fuori da sola, poi chi l’ha letta e valutata gli ha messo l’etichetta di thriller romantico.”

– I tuoi generi letterali preferiti…
“Io leggo di tutto purché la trama sia avvincente e il modo di scrivere scorrevole. Adoro King, Follett, Saramago, ma ultimamente leggo tanti esordienti e devo dire che ci sono tanti libri che valgono.”

– Quanti libri/ebook leggi in media l’anno?
“Non si possono quasi contare: ne leggo anche uno a settimana, dipende dal tempo libero a disposizione.”

– La fantasia influenza i tuoi scritti oppure usi un metodo di scrittura razionale?
“Razionale non è nel mio vocabolario. La storia viene da sola, è difficile da spiegare, penso solo chi l’abbia provato possa capirmi. E’ quel tipo di impulso che ti spinge ad accendere la luce nel cuore della notte e scrivere su qualsiasi pezzo di carta a disposizione, che ti fa bloccare con la faccia da ebete mentre fai la fila alla posta perché è arrivata l’ispirazione e quando arriva non si può ignorare.”

bookoria

Bookoria è un sito/progetto fondato dall’associazione Iside Onlus Messina (promozione arte & cultura).