Giornata autore: intervista a…. Maria Capasso

Nome scrittore: Maria Capasso
Anno di nascita: 25/09/1992
Bio: Mi chiamo Maria. Sono nata a Napoli, e vivo in provincia. Classe 1992. Da piccola ho coltivato la passione per la lettura.  Tutto ebbe inizio a nove anni con la fabbrica del cioccolato. Un buon inizio, no? Crescendo ho coltivato passioni come la scrittura e approfondimenti su diversi tipologie di letteratura, e biografie su miei scrittori preferiti. Leggere e scrivere per me è necessario come la colazione al mattino: indispensabile! Nutro una forte passione per  il cinema e la musica (soprattutto le colonne sonore). Ho frequentato l’accademia di massaggi (Istituto di scienze umane), ma da sempre ho cercato un distacco dalla realtà, fin da bambina. Collaboro con la rivista scientifica “Espressivamente” di Perugia scrivendo racconti a tema e prossimamente curerò la rubrica recensioni. Ho collaborato col blog di Leggere a colori scrivendo racconti brevi e ho anche recensito libri.  Ho pubblicato con: Les Flâneurs Edizioni, Pink Edizioni. due racconti con Historica Edizioni, sto per pubblicare con la Butterfly Edizioni. Sono finalista al premio Circolo Culturale – Giovanni Brassotti Ziello.. Scrivo per un sito web Logokrisia tematiche femminile. Scrivo recensioni per rivista scientifica Espressivamente di Perugia. Ho un blog L’Angolo delle parole e un profilo facebook L’angolo delle parole che seguo in base agli impegni, dove promuovo e recensisco autori emergenti e non. Sono stata scelta come membro di una giuria a un concorso letterario Circolo Culturale – Giovanni Brassotti Ziello.  Amo i musei e le città nostalgiche che profumano di pioggia. Segni particolari: sono perdutamente innamorata di John Keats.
Links:
https://www.facebook.com/Maria-Capasso-scrittrice-1250527308374264/
https://www.facebook.com/Nulla-si-dissolve-1636270656656511/

INTERVISTA:

– Raccontaci qualcosa di te. Come e quando è nato il tuo amore per la scrittura?
“Esorcizzare quello che non va e rifugiarmi in un mondo in cui nessuno può macchiare i miei colori e oltraggiare la mia tranquillità. La scrittura mi ha salvato la vita molte volte e sono quella che sono grazie al mio buttare tutto su bianco e farne una storia da raccontare.”

– Di cosa trattano i tuoi libri?
“Storie di rinascite e di cambiamenti.  Storie di seconde possibilità e di tornare a sorridere.”

– Dove trovi l’ispirazione per una storia?
“Nelle persone comuni di tutti i giorni.  Trovo la quotidianità abbia tanto da raccontare e da insegnare. Il sorriso di una madre. Un pianto di un bambino. Due innamorati che si abbracciano alla stazione. Un caffè al bar con le amiche.”

– Cosa ti ha spinto a scegliere il tuo genere letterario?
“Raccontare la quotidianità. Persone che non sono di successo, ma che devono andare avanti ogni giorno con le loro forze.”

– Self-publishing o casa editrice?
“Io amo provare qualsiasi esperienza, perché solo se testi puoi giudicare e valutare. Ogni formato ha la sua importanza, ma prediligo il tatto, che si può avere solo con la carta.”

– Consigliaci uno o più libri da leggere…
“La storia in cui vorrei “vivere”  è Le notti bianchi di Dostoevskij, ma resterei con sognatore!
Amo molto  Jane Eyre  Charlotte Brontë, Il maestro e Margherita di Bulgakov, Le affinità elettive, Goethe, Emma di Jane Austen, e… meglio che smetta di scrivere altrimenti non finiamo più.”

– La fantasia influenza i tuoi scritti oppure usi un metodo di scrittura razionale?
“Dipende dalla storia.”

– Lieto fine o plot-twist?
“Dipende dai personaggi.”

– Quali sono i tuoi interessi oltre la scrittura?
“Amo leggere e recensire. Amo il cinema e impazzisco soprattutto per le pellicole in bianco e nero. Amo la musica indie. Amo fare passeggiate nei parchi. Amo le mostre e i musei.”

– Progetti futuri…
“Attendo che i miei progetti abbiano una forma e tatto.”

bookoria

Bookoria è un sito/progetto fondato dall’associazione Iside Onlus Messina (promozione arte & cultura).