L’incanto della parola

Le parole fuggono e si rincorrono, le parole latitano e sovrabbondano, le parole confortano e infuriano, quante cosa fanno le parole! E noi le cerchiamo, le bramiamo, le temiamo… Ma le parole migliori sono quelle che ci tengono compagnia, quelle che, come in un arazzo, formano frasi, periodi, racconti e romanzi, storie che nella nostra mente divengono immagini, una sorta di “film” personalizzabile dalla nostra fantasia. È l’incanto che ogni lettore conosce, ogni innamorato dei libri, ogni aspirante scrittore… Ed eccoci qui, Cercatori di parole, con nuovi titoli da conoscere, nuovi mondi da esplorare!

Fantasy

51i3r7bzncl“I figli delle divinità” di Mauro Gastone Sala

Un mondo senza magia e fede, un mondo che non crede in niente, corrotto dall’oscurità e un giovane che intraprende un viaggio per ritrovare ciò che è stato perso, ecco un fantasy che unisce avventura, mistero e leggende…

Su Helvessin la magia e le divinità sono state dichiarate fuorilegge e chi osa anche solo pronunciare il loro nome rischia la morte.

Così, col tempo, le razze se ne dimenticarono e le sostituirono con un nuova ordine “magico”. Questo è stato corrotto da forze oscure che hanno preso il controllo sulla terra Helvessin.

Skhan è un giovane che vive in un piccolo villaggio ai confini del regno, l’arrivo di una carovana di mercanti, nella quale viaggiano un’elfa e un centauro, cambierà la sua vita per sempre. Per colpa di un malaugurato incidente Skhan, sarà costretto a partire per un viaggio per riportare la magia e la fede su Helvessin.

Fantascienza

51hugyagtdl“Relic” di Lincoln Child e Douglas Preston

Primo volume di una saga, questo romanzo sembra unire in sé molti generi: avventura, fantasy, fantascienza e anche thriller… Un museo e delle morti inquietanti, segreti celati in vecchie spedizioni e “qualcosa” che si nasconde… Dalla trama, comunque, possiamo capire che il mistero e la suspense sono sicuri ingredienti!

New York, Museo di Storia naturale: durante l’allestimento di una importante mostra, alcuni visitatori vengono uccisi barbaramente nei bui corridoi dell’edificio. A nulla vale il presidio di ogni sala da parte di polizia e FBI: all’approssimarsi dell’inaugurazione, nuove inquietanti sparizioni turbano i lavori. La serie di omicidi è in realtà cominciata molto tempo prima, ma è sempre stata coperta per difendere l’immagine dell’istituzione. Le indagini degli agenti, tra cui il brillante Aloysius Pendergast, riconducono a una spedizione effettuata anni prima nella foresta amazzonica. Che cosa avevano scoperto i ricercatori del Museo? E chi – o che cosa – si nasconde nei suoi sotterranei?

Horror

51mfkcwwkkl“Le conseguenze (che a volte ti salvano la vita)” di Kate Radix

Dalla trama questo romanzo sembrerebbe più un thriller, ma quali orrori si celano dietro la morte della giovane Laura? Quali atroci segreti scoprirà l’ispettore Vasquez nell’apparente tranquilla cittadina di Layton? Ecco un esempio che per un Horror non è necessario trattare sempre del sovrannaturale… o almeno così sembra…

Layton è una noiosa cittadina di provincia, come ce ne sono tante, abitudinaria e diffidente nei confronti degli estranei. L’ispettore Edward Vasquez vi si era rifugiato alla ricerca della tranquillità perduta e per costruire una famiglia con la moglie Allison. Ma una mattina di novembre riceve una telefonata che non si sarebbe mai aspettato: la giovane Laura, amata da tutta la comunità, è stata uccisa e a lui spetta il compito di scoprire i segreti che si nascondono dietro la sua morte. Resterà imprigionato in una spirale di sospetti e bugie, di false piste e amori non corrisposti, per arrivare a capire che la verità spesso si trova a portata di mano e si nasconde dietro il velo sottile dell’apparenza.

Cosa vi hanno lasciato le mie parole? Sono state utili? Vi hanno dato delle idee? Spero comunque che non vi abbiano lasciato indifferenti… Quella è la morte di ogni parola!

Alla prossima, Cercatori!

M.S.Bruno