Lottare per sopravvivere, lottare per riconquistare… Nuove dinamiche per nuove storie

Bentornati, Cercatori di Parole!

Comincia la settimana ed eccomi qui con il nostro consueto appuntamento. Per renderci conto delle tendenze dei nostri generi preferiti, oggi prenderemo in esame le prime sei posizioni della classifica Amazon dei “Top gratuiti”. E’ sempre interessante poter “navigare” fra le trame dei titoli “indipendenti”, di autori che si mettono in gioco rendendo disponibili i loro scritti senza far spendere neanche un euro. Scrivere un libro significa impiegare tempo, energie e… una buona carica emotiva (almeno per la maggior parte degli scrittori), così, dal mio punto di vista, offrire un romanzo al pubblico senza ricavarci niente è sinonimo di grande amore verso la storia scritta, una considerevole voglia di condividere e, perché no… di farsi conoscere rischiando! Quindi iniziamo…

18-4-16

Sesto posto“Piano Rupe” di Fabio Scalini sembra un thriller, ma forse è più un horror. Tra piani misteriosi, persone predestinate e una serie di inquietanti delitti, “Piano Rupe” è “una storia di straordinaria violenza ambientata nell’Italia di domani, dove ogni istante della propria vita dev’essere condiviso, e dove l’unica cosa che conta è vincere un istante di popolarità.” Una corsa perenne verso le luci della ribalta, quindi, una corsa che non si cura di chi travolge…

Quinto posto – “La biblioteca dei manoscritti sconosciuti” di Daniele Palmieri ha una trama sibillina. Recita: “Un eccentrico bibliotecario ci conduce attraverso i meandri di una biblioteca misteriosa: la Biblioteca dei Manoscritti Sconosciuti, dove tempo, spazio e pagine ingiallite si fondono in un’unica realtà.” Come una lapidaria incisione, queste parole possono condurre la fantasia del lettore in molti luoghi, promettendo, nell’odore della carta antica e della polvere, chissà quali storie perdute, quali affascinati avventure… Rispetterà le promesse? Chissà! La sua presenza in questa posizione sembra essere una conferma in tal senso…

Quarto posto – “Il grido di una farfalla” (The Winged) di Simona Busto è un presequel del romanzo “La nave di cristallo”. È la storia dell’angelo Lauriel inviato sulla Terra “per tutelare un’anima che ha molto peso sulle sorti della Chiesa cattolica e sugli equilibri tra le forze della Luce e quelle delle Tenebre.” Compito non semplice il suo in qualsiasi contesto, figurarsi in un periodo storico come quello della Santa Inquisizione. Angeli e demoni, Bene e Male, una perenne lotta da sempre rappresentata, ma mai scontata, Lauriel avrà il suo bel da fare, anche coi propri dubbi che si paleseranno dopo l’incontro con una donna e sua figlia…

Terzo posto – “Black – The Hunter” di Ornella Calcagnile è una storia di vampiri e cacciatori. È lo spin off di “Helena”. In questo romanzo l’autrice si propone di farci conoscere meglio alcuni personaggi incontrati nell’altro volume. Il protagonista è Sam, taciturno e solitario, la cui vita è tenebrosa e piena di sofferenza. Solo Liz riuscirà ad avvicinarsi a lui, a conoscerlo davvero ma è “un’altra realtà, un altro mondo, una consapevolezza difficile da gestire: non siamo soli, l’oscurità è dietro l’angolo e può cogliere chiunque, lasciando un segno indelebile sul corpo e nell’anima. Vampiri.”

Secondo posto – “The Department – Il Dipartimento” di Sara M. è un romanzo di fantascienza che segue il filone di “Divergent” e “The Hunger Games”, come dice la stessa trama, o di “The Giver”, come sembra a me. Megan, ragazza forte dalle idee chiare, vuole costruirsi il suo futuro da sola. Ma in una realtà in cui tutto è regolato da ferree leggi, chiuso in Dipartimenti che non lasciano spazio neanche ai sentimenti, si ritroverà a doversi ribellare. “Amicizia, amore, tradimento e passione si intrecciano in questo romanzo sulla libertà e sulla faticosa lotta per riconquistarla. Perché avere una scelta, una vera scelta, rende tutti migliori.”

Primo posto – “La nave di cristallo” (The winged Vol. 1) di Simona Busto è un urban fantasy, il cui presequel abbiamo già incontrato in classifica, alla quarta posizione. La povera Megan (stesso nome del libro precedente in classifica per una diversa protagonista) è la preda predestinata della Nave di Cristallo che viaggia col suo carico di demoni e creature malvagie. La sua unica possibilità di salvezza è la fuga, durante la quale incontrerà l’enigmatico e affascinante Reeve e la gelida Ellinor, in un viaggio pieno di colpi di scena, in cui sarà difficile distinguere il Bene dal Male, gli Angeli dai Demoni. “Un romanzo che parla di amore e dannazione, di passione e Inferno. E il Paradiso resta una remota possibilità, anelata ma anche temuta.”

Angeli o Demoni, Vampiri e Cacciatori, sono entità opposte che a volte, specie nella letteratura contemporanea, tendono a confondersi e a essere meno stereotipati per divenire più “umani”, in perenne bilico tra i due schieramenti. E la lotta è la vera protagonista di questa settimana. Che sia per schierarsi dall’una o l’altra parte sopracitata, o magari per sopravvivere o per riconquistare la libertà, essa è al centro di ogni cosa. Perché la battaglia, soprattutto se ben motivata, crea nuove dinamiche e stimoli, avventura, azione e… grandi storie! Quindi… buona lotta/lettura! Le pagine, anche se non ingiallite, anche se digitali, possono comunque regalare emozioni… Non sottovalutate il potere delle parole!

Alla prossima settimana, Cercatori e… non perdete la bussola 😉

M.S.Bruno