Non demonizzate chi si autopubblica!

Carissimi Cercatori di Parole,

eccoci di nuovo qui per navigare tra i vari titoli che voi, come lettori, avete portato alla ribalta nella classifica dei Bestseller Amazon di Fantasy, Fantascienza e Horror. Poiché, come la settimana scorsa, Harry Potter spopola nella suddetta classifica, anche oggi prenderemo in esame le prime sei posizioni dei Top 100 Gratuiti. Sapete ormai come funziona: la sottoscritta leggerà per voi le trame di quei sei romanzi cercando di carpirne lo spirito.

23-5-2016

6° posto – “FUTURO” di Federico Calafati – Dal sottotitolo sibillino “lui vuole me, tentare di non amarti, tutto il resto è amore, oltre il destino”, questo romanzo fantasy/thriller non racconta molto altro di sé. Dice soltanto che si propone “di dare una risposta a una delle domande che l’uomo si è sempre posto: come sarebbe andata se?”. Insomma, il potere della scelta che cambia il destino…

5° posto – “Il tuo posto nella ragnatela” di David Proh – La giovane Arianna vede la realtà che la circonda come una ragnatela, ma non sa se è il ragno o la preda. Fatto sta che intorno a lei accadono una serie di tragici eventi di cui si sente in qualche modo responsabile. “La sua ossessione si intreccia in modo drammatico con le vite di chi le sta accanto, fino a svelarne l’origine in un profondo trauma personale e collettivo.” Come recita la trama, il romanzo vuole unire in sé diversi generi, dall’horror al drammatico, dal Thriller all’erotico…

4° posto – “Storie d’Estate” di AA.VV. – Sette racconti con un unico filo conduttore: l’estate. L’antologia raccoglie i primi sette classificati di un contest letterario. “Storie di avventura, di fantascienza, umoristiche o romantiche, ambientate nel futuro o nel passato” in cui “i lettori sono stati protagonisti, decidendo di fatto la classifica e il proseguimento stesso delle storie con la scelta di una tra tre possibili opzioni alla fine di ogni capitolo.” Interessante “esperimento”, in cui il lettore non è stato “passivo” al racconto, ma ha contribuito alla stesura ultima del libro…

3° posto – “Dagger – La Luce alla Fine del Mondo” di Walt Popester – E’ una “vecchia conoscenza” di queste pagine. Le avventure del giovane Dagger, dagli occhi rossi e le origini oscure e pericolose, continua a stregare il lettore, ottenendo sempre una buona posizione in classifica. E come l’autore ci tiene a sottolineare: “Ho scritto un dark fantasy il cui scopo fosse spezzare con la tradizione, indirizzando la narrazione verso tematiche più esistenziali rispetto alla vecchia e abusata formula del male contro il bene.” Quindi, un nuovo approccio al fantasy, chissà…

2° posto – “Il prossimo treno” di Angelica Elisa Moranelli – Dal sottotitolo lapidario “Ruba. Uccidi. Sopravvivi. Ma non innamorarti mai.”, questo romanzo si ambienta probabilmente nel nostro mondo dopo qualche tipo di cataclisma. La protagonista, Kayla, infatti vive in cima a un grattacielo abbandonato, in una città abitata da assassini. Avendo perso la sua famiglia, non vuole più amare, ma le cose non saranno così semplici, specie quando la sua strada si incrocia con quella dell’idealista Aiden. “Perché anche dalla distruzione, può nascere la speranza.

1° posto – “V.I.T.R.I.O.L. (Cailleach)” di Vito Ditaranto – Giovanni ha il dono di vedere i Cailleach, esseri strani e malvagi usciti direttamente dalla mitologia irlandese. Ha anche un sogno ricorrente in cui vede una sala bingo piena di morti e ama follemente Arael. Ammetto di non aver capito molto dalla trama, perché prima si dilunga nella spiegazione del termine “Cailleach” e le sue derivazioni, per poi, credo, riportare pezzi del romanzo stesso. L’unica cosa certa è che per Giovanni “tra amore, follia, visioni, il viaggio durerà in eterno scoprendo un mondo fuori dall’ordinario. Certe sensazioni, certe domande insistenti che ci portiamo dentro, certi “non so che” altro non sono che il ricordo di lontane emozioni.”

Per varietà e novità, la classifica dei Gratuiti non mi delude quasi mai. Ho già avuto modo di dire che trovo ammirevole la disponibilità di alcuni autori di offrire, anche solo per un periodo, i propri romanzi gratuitamente. Al contrario di tanti, non ho preconcetti contro il self-publishing. Possiamo trovare delle “perle” come vere e proprie cialtronerie, ma ciò non vale anche per l’editoria consueta? A me francamente è capitato di trovare libri editi da grandi Case Editrice pieni di refusi, con l’impaginazione strana e la trama inconcludente. L’originalità d’altronde non è figlia solo degli scrittori quotati, quindi… non demonizzate chi si autopubblica! Mantenete la mente aperta. E voi scrittori, però, fatemi un favore: curate le vostre trame! 😆 O finirete per avallare le dicerie e i preconcetti…

Per questa settimana abbiamo finito. Alla prossima, Cercatori!

M.S.Bruno