Rompiamo la monotonia del lunedì con nuove avventure!

Era quasi notte quando l’uomo entrò nell’osteria. Il vento faceva tremare i vetri del locale, ululando la sua rabbia e penetrando in folate gelide che piegavano le fiamme delle candele sui tavoli. Pochi avventori ancora resistevano nella grande sala comune, i più abbacchiati sulle sedie o riversi sulla stessa mensa dove avevano cenato, gonfi e sazi dal troppo bere, assopiti in un sonno senza sogni…

…Scusate, Cercatori, ma abbandono le atmosfere del mio romanzo “L’Erede Perduto” (che sto revisionando in vista della prossima ripubblicazione) per dedicarmi a voi e ai titoli che ho scelto di porre alla vostra attenzione. E come il viandante del mio scritto, rompiamo la sonnolente monotonia del lunedì immergendoci in nuove avventure…

Fantasy

418VvsnCCnL“Opale di Fuoco” di Milena Porta

Strani rituali e misteri da svelare sullo sfondo di un amore “potente”, velato di destino per questo fantasy dal sapore romance… E come la Pandora del Mito anche questa protagonista si troverà a “scoperchiare” qualcosa di pericoloso e impossibile? Forse… chissà…

Un destino crudele. Un amore potente.

In seguito alla morte dei genitori in un tragico incidente, Pandora si trasferisce dal nonno nello sperduto villaggio di Roccaforte. Ben presto, si accorge che gli abitanti della valle nascondono qualcosa.

L’inquietudine di Pandora cresce quando sorprende i paesani a compiere in piena notte strane danze con la cenere nei campi di grano. In realtà, il suo stesso corpo sembra celare una verità che forse non è ancora pronta ad accettare. Una sera durante una festa si smarrisce nella foresta e un ragazzo bellissimo, armato di un’ascia, le offre riparo nella propria casa. Ma quel tenebroso ragazzo dagli occhi grigi, che le rapisce subito il cuore, custodisce più di un segreto. Sembra voler evitare a tutti i costi gli abitanti del villaggio e quando Pandora inizia a frequentarlo, un dubbio si affaccia nella sua mente. Tutti gli indizi portano a credere che il giovane uomo sia molto pericoloso …

Ma è davvero da lui che deve tenersi alla larga, o dagli abitanti di Roccaforte?

Fantascienza

51RmBnMJHzL“L’Offensiva della Pantera” di Rosalba Bavastrelli

Scelte epocali, lotte ai confini del cosmo e la vita di tutti i giorni, possono convivere? Quale può essere la realtà di un uomo diviso fra un lavoro straordinario e la semplicità di una casa e una famiglia? Soprattutto il protagonista potrà abituarsi a tutto ciò? Domande che solo leggendo il romanzo avranno risposta. Un seguito che promette di intrigare come il primo volume (Difesa Estrema)…

Futuro. La Terra è tecnologicamente avanzata. Possiede mezzi e conoscenze tali da poter perlustrare lo spazio, ma soprattutto la possibilità di difendersi da pericolose intelligenze che mirano alla conquista. Edward Shelton è il comandante indiscusso, adorato e temuto, della Difesa Terrestre e capisce che ormai non è più tempo di subire passivamente la prepotenza aliena. Decide così di passare al contrattacco. Seguendo in prima persona piani astuti quanto spericolati, farà assaggiare ai nemici la tempra dei terrestri, mentre nella sua vita di tutti i giorni, nei brevi momenti di quiete, assaporerà il calore di nuovi affetti. Ma l’uomo che credeva di non poter amare riuscirà a restare il capo inflessibile, duro e spietato di un tempo, lucido al punto da rischiare tranquillamente la morte? O l’avere una famiglia frenerà la sua sete d’avventura e rischio? Queste le domande che egli stesso si porrà, trovando forse anche delle risposte…

Horror

51aYdE5K6OL“Gli abitanti della nebbia” di Amedeo Draghi

L’immaginazione è la prima arma dello scrittore, la sua capacità di farci immergere nel suo mondo è la forza del suo stile, ma cosa accade quando l’atmosfera di un racconto è tutta affidata a noi lettori? Probabilmente ci addentreremo nelle psicologie, nelle azioni e avvenimenti ritrovando brividi diversi… Chissà… Esperimento stilistico tutto da scoprire…

Quattro racconti horror, il primo ambientato nel medioevo e gli altri ai giorni nostri. Continui colpi di scena e sadica ironia uniti a un ritmo narrativo veloce renderanno la lettura piacevole e avvincente. Bandite noiose scene descrittive per dare ampio spazio all’immaginazione del lettore. Buon divertimento!

Quindi che dire oltre? Finirei così, gridando in faccia al lunedì:

“- Ah, basta crucciarsi! – esclamò Fescys e, dando un’occhiata alla sala comune, con voce potente, la stessa che aveva usato mille volte per far tremare i suoi soldati, proruppe:

– Ma in questo squallido posto, oltre a dormire, si potrà pur bere? –

I clienti si svegliavano completamente e di malavoglia, con varie esclamazioni variopinte. L’oste per poco non cadde dalla sedia per lo spavento e si ritrovò bofonchiando a correre in cantina. Xaver osservava il locale rianimarsi, mentre si ritrovava a pensare che avrebbe lasciato al domani i quesiti di quel giorno. Già, a domani i problemi e le difficoltà che lo avrebbero atteso…”

Lasciandovi così tre possibili nuove scelte e un assaggio del mio romanzo, vi saluto, Cercatori di Parole…

Alla prossima e… buona settimana! 😉

M.S.Bruno