Rosalba Bavastrelli

rosalbaNome scrittore: Rosalba Bavastrelli
Bio: Laureata in lettere, scrive fin da bambina. Madre e moglie, rinuncia all’insegnamento, ma prosegue a mettere per iscritto la sua grande immaginazione senza pubblicare mai niente. Solo negli ultimi anni, spinta dalla figlia, si è decisa a proporre i suoi romanzi alla casa editrice Edizioni il Pavone. Nel 2014, pubblica “Il Monastero dell’Arcangelo” e nell’anno seguente, “Difesa Estrema”, primo volume di una saga fantascientifica più ampia dal titolo “La Base della Baia”. Per adesso impegnata nella revisione de “Il Sole e la Terra sua”, romanzo storico incentrato sulla figura di Federico II di Svevia, proporrà presto il secondo volume della saga fantascientifica dal titolo “L’Offensiva della Pantera”. Le sue storie, pur conservando il fascino dell’avventura, sono anche e soprattutto intessute di sentimenti umani, di indagine psicologica e del mistero che lega due anime.
Links: https://www.facebook.com/monasteroarcangelo/

INTERVISTA:

– Raccontaci dei tuoi libri…
“I miei romanzi pubblicati sono due: “Il Monastero dell’Arcangelo” e “Difesa Estrema”. Il primo racconta di un giovane architetto, di una valle tra le Alpi svizzere, di incontri che cambieranno la vita al protagonista: incontro quasi al limite col mondo “magico” quello con una lupa dalle doti straordinarie. Quasi, perché ciò che accade può in certo qual modo essere spiegato con la ragione. E’ stato un piacere per me “giocare” con questa duplice chiave di lettura. Gli altri incontri sono con persone e sentimenti molto diversi da quelli con cui il giovane si è scontrato e con cui ha vissuto prima, persone che lo affascineranno, che lo cambieranno al punto che poi sarà lui a trasformare la realtà che ha attorno. “Difesa Estrema” ha tutt’altra ambientazione: è la prima parte di una più ampia vicenda fantascientifica che ho elaborato nel corso di vari anni, “La Base della baia”, ed ha un seguito…Gli ingredienti di fantascienza ci sono tutti, ma l’amore tra i due protagonisti è il centro della mia storia. Un amore travagliato perché quasi “fuori legge”, fuori della legge che il giovane comandante delle Forze spaziali di Sicurezza ha imposto a se stesso. La difesa estrema quindi è da parte sua contro questo amore che sente in sé malgrado tutto, e difesa estrema è quella che i Terrestri oppongono agli attacchi sempre più pericolosi di misteriosi abitatori di altri mondi. Egli vuole in entrambe le cose riuscire assolutamente vincitore. La donna che ama renderà complicato il suo primo proponimento. Per quanto riguarda gli alieni, la storia continua…”

– Dove trovi l’ispirazione per una storia?
“Credo nel mio mondo interiore, nelle letture ovviamente, ma soprattutto nella fantasia e nella passione con le quali sento mia una vicenda, prima e durante la stesura.”

– Quando hai iniziato a scrivere? Raccontaci la tua storia…
“Ho iniziato a scrivere… da quando ho imparato a farlo! Divoravo libri, ne subivo il fascino…Passare a piccoli racconti secondo l’estro del momento è stato naturale come respirare. I racconti divenivano storie, romanzi, alcuni portati a termine, altri lasciati a marcire…Ricordo un romanzo ambientato nella guerra di Secessione Americana o un altro su di un tribuno militare romano, ma soprattutto uno più recente, storico, su cui mi sono ampiamente documentata perché “innamorata persa” del grande Federico II di Svevia…Quest’ultimo l’ho terminato. E’ lì, nel cassetto, destinato ad essere ripreso e rivisto, senz’altro.”

– Cosa ti ha spinto a scegliere il tuo genere letterario?
“Il mio genere letterario fondamentalmente è quello che si basa sull’amore, perché non c’è mia storia, fantascientifica o romanzo storico o a sfondo psicologico, che non parli d’amore, combattuto certamente ed intrecciato con le più disparate avventure. Non ho scelto il mio genere letterario. E’ stato lui a scegliere me.”

– I tuoi generi letterali preferiti…
“Quelli che indagano sull’animo umano, certamente. Anche i gialli, quindi, oppure i saggi storici e letterari, su cui discutere magari…Mi piace inoltre imparare ciò che non conosco molto bene o affatto.”

– Quanti libri/ebook leggi in media l’anno?
“Quanti più posso. Quanti me ne consente il tempo libero. In questo periodo sono affascinata da letture religiose. Credente come sono, lo ritengo un piacere oltre che un obbligo morale.”

– La fantasia influenza i tuoi scritti oppure usi un metodo di scrittura razionale?
“Mi getto su di una vicenda, se ne ho l’ispirazione, poi…avviene che essa stessa mi detti il suo evolversi. Niente appunti, niente “scaletta”, se non il logico documentarsi sull’ambientazione o comunque sui “mezzi”, tecnici o psicologici dei miei personaggi.”

bookoria

Bookoria è un sito/progetto fondato dall’associazione Iside Onlus Messina (promozione arte & cultura).