Una storia esiste solo se la leggiamo…

Eccoci giunti al lunedì e al nostro consueto appuntamento. Il mondo dei libri è grande e trovare il titolo giusto non è sempre semplice. Ed ecco che entro in campo io coi miei consigli… Il mio scopo è solo portare alla vostra attenzione quei romanzi che magari potrebbero sfuggirvi e che, a mio giudizio, per trama potrebbero essere interessanti. Spero sempre di riuscire a segnalarvi quella particolare storia capace di incantarvi… Ma cominciamo senza indugi…

Fantasy

515p7csf0kL“L’alba di un cavaliere” di Nicholas Maurizio Mercurio

Un giovane che, sradicato dalla sua esistenza per un’ingiustizia, si ritrova in guerra, un re che vuol riottenere ciò che ha perso e un potente che nell’ombra minaccia di colpire tutti… Ecco i cardini di una storia dai toni epici, tra eroi e potenti guerrieri…

Edward Arwood è un giovane cacciatore di Grovet, un pacifico villaggio a nord del regno di Elgand. Quando una figura nerovestita distrugge il mulino del villaggio, la sua vita cambia per sempre e si ritrova catapultato in intrighi di ogni sorta. Accusato di essere colui che ha dato fuoco al mulino, per volontà del Custode delle Chiavi del reame e del re stesso, sarà costretto a lasciare la sua casa per intraprendere una guerra, la più sanguinaria e distruttiva che lo vedrà protagonista di un mondo leggendario, antico e ancestrale. Mentre le forze Elgandiane sono occupate nel Reame Nascosto, Sarthos, l’Inquisitore, muove le sue marionette per colpire nell’ombra per conto di un potere oscuro. E nel frattempo, un giovane re dall’altro capo del mondo si prepara a riprendersi ciò che è suo, aiutato da due eroi del passato e da un grande e potente guerriero.

Fantascienza

51uow0chWiL“Ferro Sette” di Francesco Troccoli

Un uomo che risolve problemi per mestiere, un mondo difficile che ospita miniere e… un mistero. Perché non tutto è come sembra… Cosa si cela veramente dietro la rivolta dei minatori di Ferro Sette?

I minatori di Ferro Sette sono in rivolta. Ma dietro alle rivendicazioni c’è qualcosa di più, la ricerca di qualcosa che l’uomo ha perduto da secoli.

Tobruk Ramarren è abituato alle missioni difficili. Come cercare di infiltrarsi tra i ribelli della miniera di Ferro Sette, sul poco ospitale mondo di Harris IV. Ma questa volta c’è anche qualcosa di personale, perché il capo della rivolta, Hobbes, è una sua vecchia conoscenza. E allora la ricerca dei veri scopi della rivolta diventa qualcosa di più dell’oggetto della missione, diventa una necessità, un bisogno di capire cosa sta accadendo. E ciò che Tobruk Ramarren scoprirà qualcosa di completamente inaspettato, capace di cambiare per sempre la sua vita e forse quella di tutti gli esseri umani.

Horror

418FR-ASVlL“Nelle mani dei vampiri” di Josephine Cellai

Una trama in prima persona per percepire meglio il sofferente cinismo della protagonista che, pur giovane, ha già molte cicatrici nell’anima e nel corpo. D’altronde vive in un mondo di vampiri… ed avrà a che fare col peggiore di tutti!

I Vampiri sono insorti e dopo una lunga guerra, hanno vinto.

Per le strade non c’è più nessuna sicurezza.

Se hai cara la vita devi affiliarti, ovvero essere la loro scorta ambulante e una serva, che li compiaccia in ogni modo.

Se non ti affili, prega di trovare posto in uno dei rifugi sicuri e che nessuno di loro, mai ti trovi.

Sarai buttata nell’arena dove dovrai combattere per una morte veloce e indolore… in caso di perdita, beh, avete capito.

Mi chiamo Astra, ho 17 anni e sono una fuggitiva, scappo da un passato oscuro che mi ha lasciato molte cicatrici, dentro e fuori.

Sono qui a New York per cercare asilo, ma nonostante tutto non l’ho mai trovato.

Perché quella notte, stanca, infreddolita ed affamata, ho bussato ad un rifugio.

Nessuno mi ha aperto, nessuno ho incontrato se non lui.

Il capo di New York, il Vampiro più temuto e crudele.

Quella notte, ho incontrato…

Argo.

Tra eroi, minatori planetari e vampiri, le letture di oggi promettono di intrattenerci ed entusiasmarci con avventure, misteri e brividi. Che dire oltre? Beh, le trame parlano da sé… adesso a voi la scelta di leggere questi libri o meno! Ma ricordatevi: il lettore è il primo protagonista di ogni storia. Egli ne dà un senso, una voce, una ragione d’esistere, perché è proprio lui/lei, con la sua fantasia a rendere tutto più “reale”… Quindi una storia esiste solo se la leggiamo…

Alla prossima, Cercatori di Parole. Non smettete mai di cercare!

M.S.Bruno