• La Base della Baia (serie completa)

    “La Base della Baia (serie completa)” di Rosalba Bavastrelli Genere: Romance/Fantascienza Tra avventura e passione, tra scontro e incontro, guerra e quotidianità, vendetta e generosità, ecco le vicende di Dana ed Edward e della loro lotta contro il temibile Impero alieno Sark… Sarà proprio l’amore tra Edward, giovane e risoluto capo della Difesa Terrestre, e Dana, sensibile e coraggiosa pilota della medesima organizzazione, a cambiare forse per sempre, non solo il corso delle loro stesse viste, ma anche il destino dell’intera Galassia. In un unico volume i quattro romanzi della saga de “La Base della Baia”. ⭐DIFESA ESTREMA (Parte l) ⭐L’OFFENSIVA DELLA PANTERA (Parte II) ⭐SPIETATI CONFRONTI (Parte III) ⭐PACE…

  • I consigli di questa rubrica

    Bentornati Cercatori di Parole, come avete passato la settimana? Avete iniziato letture interessanti? I consigli di questa rubrica vi sono stati utili? Naturalmente, spero che ogni risposta a queste domande sia positiva, magari accompagnata da un gran sorriso… Ma quella che, ammetto, mi sta più a cuore è l’ultima. Sapere di essere utili, non aiuta solo l’autostima, ma dà anche un senso a ciò che si fa… Ricordo che questa rubrica è gestita per “amor di letture” e che la sottoscritta non ha (né si aspetta) qualcosa dagli autori che segnala. Questi ultimi hanno solo scritto una trama che è stata in grado di incuriosirmi e, quindi, solo per questo,…

  • Missione: Libro… Elaborazione dati…

    …Elaborazione dati in corso… Elaborazione dati in corso… Attendere, prego… Attendere, prego… Ecco, in che modalità entra il mio cervello grazie al caldo! Ma non posso dire che è a causa solo del termometro che sale. No, ci colpano anche le letture di fantascienza, perché, diciamocela tutta, perdersi fra pagine in cui i protagonisti navigano nei freddi recessi siderali può regalare una certa frescura fittizia… Se poi stai persino scrivendo un romanzo di fantascienza, le mente si resetta solo su tecnologie avveniristiche, rotte fra pianeti misteriosi e linguaggio binario, creando un eccesso di dati… XD Ma, cari Cercatori di Parole, voi non siete certo qui per i miei vaneggiamenti, ma…

  • Lo schiavo di Hitler: Una storia vera

    “Lo schiavo di Hitler: Una storia vera” di Lucilla Granata Trama: Hagerwelle, per quasi cinquant’anni dopo la fine della seconda guerra mondiale, è stato un fantasma. La Germania ne negava l’esistenza, non ve ne era traccia su cartine geografiche, né documenti ufficiali. Solamente negli occhi, nella testa e nel cuore di 10 persone nel mondo, quei pochi sopravvissuti all’inferno, restava nitido il ricordo dei soprusi, della fame, del dolore, della morte che aveva rappresentato quel campo. Antonio Marenzi, il protagonista di questa storia, è l’unico italiano tornato vivo da quel posto e anche l’unico fortemente determinato a testimoniarne l’esistenza e a raccontarne le atrocità. Ha sopportato una battaglia legale durata…

  • L’ultimo unno: Reinar Vol 1

    “L’ultimo unno: Reinar Vol 1” Timea Hajnalka Dani ISBN/ASIN: B07F6TYFDC Trama: “L’amore ti coglie all’improvviso, quando meno te lo aspetti e la perseveranza premia gli arditi. Quando l’impossibile diventa possibile…” In uno sperduto feudo dell’Impero svedese sta per compiersi una profezia millenaria: un uomo viene chiamato a portare a termine l’ultima volontà del re di una delle tribù del passato e figlio del temibile Attila. Reinar deve riprendere ciò che di diritto gli appartiene: un impero e una corona a cui molti ambiscono e per cui sanguinose guerre di successione sono una cruenta realtà. Il predestinato parte per un lungo viaggio insieme a una compagnia di sette uomini, scendendo lungo…

  • Per chi è in vacanza e per chi non lo è…

    Carissimi Cercatori di Parole, per molti di voi sono finalmente giunte le vacanze. Molti di voi già si crogiolano sulle spiagge o nelle località turistiche, ma altri di noi, inclusa la sottoscritta, ancora aspettano di poter oziare lontani dalle incombenze quotidiane… Lo so, lo so, di questi tempi capita che mi lamenti per il caldo, per il lavoro che ancora non si è concluso, per l’attesa di tempi migliori, più calmi e rilassati… Ma, come succederà a molti, non riesco spesso a riposare. Persino per leggere devo strappare minuti in una giornata piena di incombenze di vario tipo. A volte mi sento più “ricercata” di Harrison Ford ne “Il fuggitivo”……