Viaggio senza biglietto nel fantasy

Salute a voi, o Cercatori di Parole,

chissà quali novità troveremo oggi spulciando tra le prime sei trame dei più scaricati della classifica Amazon dei Top 100 gratuiti di Fantascienza, Fantasy e Horror! Quale storia sarà riuscita a catturare maggiormente la vostra attenzione? Quale genere soprattutto? Solo andando a guardare, avremo le nostre risposte…

14-6-2016

 

6° posto – “Laser” di AA. VV. – La Fantascienza raccontata da varie voci, una raccolta che unisce diversi autori che avranno diversi modi per vedere e affrontare questo genere sempre affascinante. La trama è decisamente breve. Solo questa frase: “Questa raccolta di racconti a tema Sci-Fi è scritta interamente da autori di Lettere Animate.”

5° posto – “Storie d’Estate” di AA.VV. – Sette “storie di avventura, di fantascienza, umoristiche o romantiche, ambientate nel futuro o nel passato, nel nostro o in altri mondi, con l’estate come tema conduttore.” Il progetto è nato da un contest letterario indetto da Nativi Digitali Edizioni e THe iNCIPIT.

4° posto – “Salima, Principessa di Agharti” di Enrico Hagard – La trama di questo romanzo è un vera e propria “genesi” del mondo in cui si svolge la storia. Si narra che “forse, ancora prima di Atlantide, esisteva sulla Terra il Continente di Moar. Un Continente affascinante e misterioso su cui coesistevano razze e civiltà, la cui evoluzione, sia biologica che intellettiva, aveva seguito orologi diversi.” E qui la trama prosegue, come un racconto, a parlarci dei diversi regni (“Il Regno degli Uomini-Aquila, il Regno degli Invisibili, il Regno dei Morti-Viventi, il Regno degli Uomini-Bestia, Il Regno della Magia e il Regno del Grande Lago.”), per svelarci infine che la storia si svolge in quello dei “Morti Viventi, in un’epoca antecedente a quella della Devastazione Universale che trasformò tutti gli esseri umani in morti assetati di sangue e di carne umana.” Di Salima e delle sue avventure non è dato sapere nessuna anticipazione.

3° posto – “Dagger – La Luce alla Fine del Mondo” di Walt Popester – Inossidabile, Dagger mostra una tempra invidiabile resistendo, per la quarta settimana di fila, alla terza posizione in classifica. Il figlio del dio “sanguinario la cui anima è stata esiliata all’alba dei tempi per opera del suo fratello e rivale, il dio Angra” può anche vivere in clandestinità, braccato per le sue origini e per le sue diversità, ma resta capace di affascinarvi.

2° posto – “Ondina” di Emma Raveling – “Kendra e sua madre sono elementali dell’acqua Solitarie, coinvolte loro malgrado in un’antica guerra. Si nascondono tra gli umani e la loro sopravvivenza è costantemente minacciata dai mostruosi demoni Aquidi.” Per non svelarsi, non dovrebbero immischiarsi delle faccende umane. È una regola che la madre ha imposto a Kendra, ma la giovane è insofferente all’autorità, così si ritroverà ad aiutare un compagno di classe. “Il suo infrangere le regole comporterà un prezzo da pagare. A volte gli umani possono essere più pericolosi dei demoni.” Breve prequel di un’altra saga fantasy.

1° posto – “Il Libro delle Ombre: Ingresso nell’Ombra” di Stefano Lanciotti – Questo volume potrebbe essere definito “un’anteprima”, infatti sono i primi 27 capitoli di un romanzo che ne conta in totale 34. L’autore così permette “al lettore di valutare l’opera prima di acquistarla.” Scelta interessante contando anche la posizione in classifica. Il libro narra le avventure di Beryl Anderson, giovane che “è convinta di essere una ragazza come tante altre ma, quando la sua vita comincia ad andare in pezzi e le accadono cose inspiegabili, l’idea che esista un mondo del tutto diverso da quello che conosce, nel quale lei è una persona molto speciale, comincerà ad apparirle meno incredibile.” Comincerà quindi il suo viaggio per conoscere se stessa, “salvare la sua vita e, forse, il mondo intero.”

Direi che il responso per questa settimana è semplice: il fantasy vince. Nelle sue tonalità più cupe o più avventurose, nei suoi slanci pindarici o nei suoi tuffi più tenebrosi, la fantasia tesse trame che vogliono trasportarci nel proprio mondo per “rubarci”, almeno per qualche ora, al nostro… Quindi, ringraziamo per questo viaggio senza biglietto, sperando sempre di ritrovarci in nuove, splendide e affascinanti vicende!

A presto, Cercatori!

M.S. Bruno